ormoni e dimagrimento

Ormoni: quanto influiscono sul dimagrimento

Il funzionamento degli ormoni è fondamentale anche nell’attività di dimagrimento

Nel mio articolo “Trasformare il corpo” ho parlato del perché sia difficile ottenere un dimagrimento duraturo. Anche gli ormoni hanno un ruolo determinante nel dimagrimento e per questo bisogna conoscerne il funzionamento.

In generale il grasso viscerale è più presente negli uomini (si la famosa pancetta…) i quali predispongono una maggiore attività lipolitica rispetto alle donne, quindi più FFA vengono rilasciati nel sangue portale dal grasso viscerale degli uomini. Le motivazioni di questa distribuzione adiposa sono da ritrovare nell’azione degli ormoni steroidei sessuali (quindi o cambiate sesso o quella è !!!). Si è notato infatti che l’accumulo addominale è correlato all’attività degli ormoni sessuali (sarà un caso che la pancetta spesso piace alle donne? Come se la natura ne sapesse davvero una più del diavolo!!!).

Il testosterone (ormone prevalentemente maschile) ha un’azione di riduzione del tessuto adiposo sottocutaneo, ma di incremento di quello viscerale, mentre gli estrogeni (estradiolo), ovvero gli ormoni femminili, creano un significativo incremento dei depositi sottocutanei (spesso le donne hanno la pancia piatta anche quando sono un poco sovrappeso).

Naturalmente l’azione di questi è legata alle caratteristiche personali di ogni corpo, tipologia corporea e struttura (ovvero al fenotipo, l’insieme di tutte le caratteristiche osservabili di un organismo vivente, quindi la sua morfologia, il suo sviluppo, le sue proprietà biochimiche e fisiologiche comprensive del comportamento. Ogni allenamento che si rispetti dovrebbe tenere conto del proprio fenotipo).

Anche il cortisolo, ormone steroideo dello stress, è fortemente correlato con l’accumulo di grasso viscerale. Il cortisolo può mobilizzare i grassi da determinati depositi adiposi e ridepositarlo nei depositi viscerali.

Esiste quindi una forte connessione tra stress e accumulo di grasso viscerale, e testosterone e cortisolo avrebbero un effetto sinergico nel favorire l’accumulo viscerale e le patologie metaboliche ad esso connesse (insulinoresistenza, sindrome metabolica, diabete mellito tipo 2 ecc).

Ecco perché quando i dopati smettono di doparsi dopo 3-4 mesi per strada sono tutti “sbozzati”. Questa alterazione sarebbe dovuta ad un’iperfunzionalità dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrenali (responsabile della secrezione dei due ormoni citati.

Quindi come fanno i super palestrati ad avere addominali scolpiti e le donne ad avere le vene in vista? Nella stragrande maggioranza dei casi è chimica, altre volte miracoli di photoshop, altre volte genetica, e in una minoranza (purtroppo) dei casi anni di allenamento, che grazie all’aumento della densità muscolare porta alla definizione.

Ora a noi la scelta: o bugie sensazionali (anche il doping lo è), o la salute del Corpo, quel Benessere che passa dalla consapevolezza nel cibo, nell’allenamento, nella vita.

Francesco Menconi

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contattaci

Inviaci un'email, ti risponderemo prestissimo!

Sending

©2018 FKS Fitness Key System - Dove il benessere diventa divertente

Un progetto di ASD FKS - Strada Provinciale Avenza Sarzana 9 bis - p. IVA 01282550456

or

Log in with your credentials

Forgot your details?