donne e doping

Donne e doping: sempre più donne ne fanno uso

Quali sono le conseguenze di questa trappola del fisico “perfetto” anche a costo della salute?

Parlo di donne e doping perché ancora una volta il corpo viene bistrattato in nome di canoni estetici malati.

Avete mai visto quelle splendide ragazze cosiddette Fitness che hanno muscoli molto tonici, definiti, in cui le vene appaiono, ma non eccessivamente ed il corpo sembra scolpito nella roccia? si quelle che dicono di fare gare natural…

Ecco sono miseramente drogate, non di salute, sia chiaro, non di sport in senso lato, ma di Doping di sostanze iniettate fisicamente a mezzo di un ago, di tipo Farmacologico o di Compresse.

Una donna per sua natura, tolte rarissime eccezioni date da persone molto magre e con bassi volumi di muscoli, non può andare sotto il 9-10% di grasso corporeo. Quando questo avviene è perché o sta mangiando davvero poco perdendo anche massa muscolare (il corpo infatti, in mancanza di nutrimento inizia letteralmente a “mangiarsi”, quindi, niente muscoli in vista…) oppure per mantenerli e scendere al 3-4-5% deve usare la farmacologia, ovvero il doping.

Purtroppo molte donne finiscono sempre di più in questa trappola del doping, un tempo propria solo degli uomini;  parte in sordina, tutti i giorni in palestra, se non ci si va manca l’ossigeno, dopo 3 giorni ci si vede già fuori forma, si diventa drogati di quelle sostanze che l’allenamento produce, simil oppiacei che danno senso di pace, di forza, di tranquillità, di benessere. Poi sopraggiunge l’amenorrea (ovvero la perdita del ciclo mestruale), ma si continua, senza tregua, la malattia mentale ha vinto sul benessere… e il passo verso l’uso di farmaci è breve e spesso viene compiuto, con conseguenti sbalzi d’umore, aumento dell’aggressività, abbassamento della voce (che diventa più roca e più simile a quella dell’uomo), aumento della dimensione del clitoride, sbalzi ormonali.

I preamboli sono semplici, cascarci è facile, rovinarsi la vita è un attimo, uscirne una volta raggiunta questa falsa perfezione è davvero difficile, al pari di una dipendenza da cocaina (spesso unita al doping), da eroina, o altro, come dall’anoressia e dalla bulimia.

Dove nasce tutto questo?

Un tempo nella vecchia madre Russia le donne si facevano mettere incinta, poi abortivano prima della gara per bloccare naturalmente il ciclo ed aumentare le prestazioni.

Oggi modelli di finta perfezione sono causa ed effetto di un disagio: l’avere un immagine negativa di se, della propria natura, il non accettarsi, con la conseguenza di essere disposti a fare ogni cosa, obbligando il corpo a fare ciò che il pensiero vuole con la ragione iperrazionale.. e quando questo è impossibile, ci si rifugia nella droga.

Ecco perché in questo mondo si trovano più bugie ed omertà che nella mafia.

Perché scrivo di questo?

Perché spero di mettere in guardia le donne dal cadere in questa trappola.

Perché sogno che la palestra diventi un luogo di vero benessere, ed esorto i miei colleghi ad intervenire per impedire questa pratica che nulla ha a che vedere con la salute e la bellezza del corpo umano.

Francesco Menconi

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contattaci

Inviaci un'email, ti risponderemo prestissimo!

Sending

©2018 FKS Fitness Key System - Dove il benessere diventa divertente

Un progetto di ASD FKS - Strada Provinciale Avenza Sarzana 9 bis - p. IVA 01282550456

or

Log in with your credentials

Forgot your details?