di Cristina Menconi

I nostri allievi ci segnano e viaggiano con noi.

Parliamo spesso di, pensiamo spesso alla – “magìa” – della sala di danza e, come talvolta accade, si rende necessario tradurre in parole quello che il corpo/mente vive.

Abbiamo pensato di prenderci una sosta per ridere insieme: si dice che faccia bene alla salute.

In sala di danza c’è tutto: tutte le emozioni, tutte le dinamiche, tutte le incertezze. Ci si arrabbia, ci si diverte, si sta insieme e ci si separa, si affrontano ostacoli a non finire, si affrontano situazioni dolorose, ma in realtà, ogni volta che volgiamo lo sguardo verso il passato, sappiamo dentro di noi che abbiamo soprattutto riso tanto. I ricordi ci assalgono nei momenti meno prevedibili.

Per questo, il giorno dopo, si torna in sala con la stessa profonda tenerezza con cui si torna a casa.

Il lavoro resta comunque bellissimo, nella sua estrema crudezza e allora con voi vogliamo ridere, se vi fa piacere, cominciando dalle persone più importanti: gli allievi. 

  • “Io questo lo faccio così”

Ok d’accordo.  Ma forse sarebbe più produttivo farlo giusto. Visto che ci siamo…

  • “questo non mi viene” 

Ma viene come? Da dove? 

  • ho i tendini corti, li devo allungare

Uhm. I tendini, però, sono inestensibili. Tessuti molli non contrattili.  La fisiologia di un danzatore, o di un aspirante tale, ci piaccia o no, non è diversa da quella di un benzinaio…

 

  • “non sono capace – non ci riesco”

Certo che no! Per questo sei qui: per diventare capace di fare quello che ancora risulta difficile! Per riuscire a fare quanto ancora non riesci a fare! Quando si dice: “la persona giusta al momento giusto!”

 

  • “ho capito ma non mi viene” 

Se non ti viene, significa che non hai capito. Il tuo corpo non ha capito, quindi non hai proprio capito. La verità passa dal corpo.

  • “ci ho pensato”

Se ci pensi è filosofia, non è danza. Non si sono mai visti filosofi capaci di danzare.

 

E poi, a seguire, perle rare, nelle quali però molti potranno riconoscersi:

  • Se stendo il piede stendo anche il ginocchio …  le articolazioni sono evidentemente soggette ad opinione ….
  • Ho le clavicole troppo corte per avvicinare le braccia nella terza …
  • Ho il bacino troppo largo per alzare la gamba alla seconda oltre i 90°
  • A fronte di una correzione per mancata resistenza dell’arto en l’air che sta per cedere alla fatica di un adagio, una mano si allunga per sostenere la gamba. Dico: “così no!” segue la risposta: “Io non sono uno di quelli che gli si alza con la manina”

  • Maestra, io non ho ancora deciso se da grande voglio fare la ballerina di contemporaneo o di fisiotecnica. Una giusta riflessione temporanea per meglio comprendere la propria inclinazione artistica.
  • Io non posso fare i push up perché non mi si piegano i gomiti. (Organismi geneticamente modificati!!! Maledetta Chernobyl!!!)
  • Ma io l’astragalo non ce l’ho!
  • Certo i quadricipiti potremmo anche non averli, no?

 

 

 

 

  • Sfogliando insieme l’atlante di anatomia, intervento di una novenne: hai visto Maestra? Sotto c’è scritto “bacino femminile”, perché noi donne siamo più importanti! –
  • Classe di settenni. Bimbi cosa abbiamo detto? Come si chiamano le ossa su cui ci sediamo? Risposta immediata da fondo sala con mano alzata: “Husky!”

  • Dal palco, durante una prova spazio, noto qualcosa che non va. Dalla regìa, con il microfono chiedo: “[E…] ma non ti senti bene? Vedo che ti muovi in modo strano”. Toccandosi il lato esterno della coscia destra: “Eh! Mi sa che è lo psoas!” Effettivamente, a ben pensare, ognuno è libero di indossare lo psoas e portarlo come meglio crede!
  • E per finire:
  • Alla vigilia del primo incontro con il pubblico parlo: “oggi è un giorno importante eh? Domani abbiamo la lezione pubblica!!!! Ditemi se avete dei dubbi, delle domande, perché poi  io non potrò suggerire …”  Coro: “Maestra sei sposata?”

 

 

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contattaci

Inviaci un'email, ti risponderemo prestissimo!

Sending

©2018 FKS Fitness Key System - Dove il benessere diventa divertente

Un progetto di ASD FKS - Strada Provinciale Avenza Sarzana 9 bis - p. IVA 01282550456

or

Log in with your credentials

Forgot your details?