bioimpedenziometria

Me lo chiedono in molti, posso fare una bioimpedenziometria BIA?

Me ne ha parlato un mio amico che l’ha fatta con te, anche un mio amico ne ha una, ci “sali” sopra e ti dice massa magra e massa grassa… Dubbi, misteri, perplessità su questa bioimpedenziometria BIA…

Ma cos’è una bioimpedenziometria BIA esattamente? E perché è così importante eseguirla?

La bioimpedenziometria BIA è un dispositivo diagnostico non invasivo adatto a uomini e donne di qualsiasi età (anche adolescenziale) che permette di effettuare l’analisi della composizione corporea misurando l’acqua intra ed extracellulare, parametro fondamentale per avere una visione chiara del corpo. Il dispositivo è in grado di acquisire i parametri con un test della durata di circa sei secondi, mediante l’applicazione di quattro elettrodi cutanei.

Utilizzando questo macchinario nel Team FKS (formato da Personal Trainer, Istruttori, Dottori Nutrizionisti, Dottori esperti in Integrazione, Dottori Fisioterapisti) possiamo personalizzare:

  • l’allenamento, finalizzando ed ottimizzando il risultato, ovvero la composizione corporea che viene rilevata, in un programma di allenamento e creato ad hoc e non sviluppato a caso o sulla presunta esperienza personale, ma sulla realtà oggettiva dello stato di salute del vostro corpo;
  • la dieta, in base alla vostra composizione;
  • l’eventuale necessità di integrazione di nutrienti.

Altro punto fondamentale è: le attrezzature per effettuare una bioimpedenziometria BIA sono tutte uguali?

La risposta è no, non sono tutte uguali.

Quando anni fa come Team FKS abbiamo deciso di attrezzarci con una bioimpedenziometria BIA abbiamo fatto qualche ricerca, riscontrando purtroppo che molte di queste “macchine” se venissero fatte ad una persona viva, o alla medesima persona deceduta, darebbero lo stesso risultato per quanto sono poco attendibili ed utili.

La nostra ricerca ci ha portato ad esaminare e ad utilizzare la bioimpedenziometria BIA-ACC di Biotekna, uno strumento all’avanguardia dell’ingegner Baschiero, che amo definire un pezzo di orgoglio italiano nel mondo.

La bioimpendenziometria BIA-ACC misura l’idratazione cellulare e i livelli di sodio, potassio, calcio, carbonati e fosfati, i cataboliti della matrice extra-cellulare. Inoltre è in grado di valutare se la massa muscolare è in grado di sostenere la struttura corporea e monitorare la situazione ossea (eventuale osteopenia).

Può dirci se siamo in sarcopenia, se abbiamo alterato l’asse del cortisolo, della massa magra quanto muscolo scheletrico abbiamo, e come risponde il nostro corpo allo stress, se la nostra alimentazione è adeguata e idonea, la massa grassa e il grasso viscerale diminuiscono senza bruciare i muscoli, se abbiamo IMAT (il grasso che si deposita tra le fibre muscolari prima causa assieme a quello viscerale delle sindromi metaboliche e delle problematiche legate ad un mancato dimagrimento per alterazione dell’asse ormonale), permettendoci di ottenere muscolo contrattile, i muscoli, infatti, sono preposti a proteggere la struttura scheletrica e a produrre citochine antinfiammatorie.

Possiamo valutare inoltre la predisposizione alla resistenza insulinica (e quindi al diabete), se l’organismo è in acidosi (condizione che predispone a malattie degenerative come il tumore), ed elaborare così una strategia alcalinizzante, reale, vera, scientifica, non basata sul caso o sul sentito dire, perché ogni corpo ha una storia, un sistema adattativo e delle capacità diverse, e vanno rispettate se il nostro scopo è arrivare al Ben-Essere.

Questa non è una semplice bioimpedenziometria è una spettrografia, una scansione del corpo umano con margini di errori irrisori, grazie ad anni di ricerca e sviluppo che continuano tutt’ora.

La bioimpedenziometria BIA-ACC di Biotekna è un esame semplice ed efficace che dà risposte al perché sentiamo da tempo sensazioni spiacevoli che ci accompagnano senza sapere perché, magari ci sentiamo in modo costante stanchi, con disturbi del tono dell’umore, oppure siamo ansiosi, ci svegliamo di notte, o abbiamo mani e piedi sempre freddi: tutti questi “sintomi vaghi e aspecifici” assieme a molti altri, apparentemente innocui, sono parte di un quadro generico specifico che rimanda a “mancanze” strutturali e fisiologiche del corpo. Oggi poi sappiamo esserci una stretta correlazione tra come stiamo fisicamente e come ci sentiamo mentalmente, tra come ci percepiamo e come ci viviamo, per questo la qualità della vita verso il benessere, passa dalla conoscenza della nostra composizione corporea.

E un allenamento, un’alimentazione, un’integrazione che si rispettino, devono prima di tutto rispettare ciò che siamo, essere in armonia con ciò che in noi funziona ottimamente, o che magari deve migliorare, creando un quadro personalizzato, nel progresso verso il proprio benessere.

Dove ottenere un risultato non sarà più sacrificio ma un percorso che parte dalla conoscenza.

Per saperne di più o per effettuare una bioimpedenziometria contattaci

Francesco Menconi

 

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contattaci

Inviaci un'email, ti risponderemo prestissimo!

Sending

©2018 FKS Fitness Key System - Dove il benessere diventa divertente

Un progetto di ASD FKS - Strada Provinciale Avenza Sarzana 9 bis - p. IVA 01282550456

or

Log in with your credentials

Forgot your details?