ALLENAMENTO DELLA FORZA E LONGEVITA’

Articolo a cura del Dott. Donatini Alfredo – www.dottordonatini.com

MEDICO CHIRURGO
FISIATRA
OSTEOPATA

Con l’augurio di  poter ritrovare la via del benessere ” globale” e che la forza sia con voi

Il Titolo… è la parola chiave che ho digitato oggi su Google per aggiornarmi e vedere voci nuove e diverse su questo argomento: 36.400 pagine

Ho pensato di riproporVi dei concetti essenziali, dandovi dei collegamenti ipertestuali (quelli in blu dove cliccando sopra si aprono i collegamenti sul web) degli articoli più interessanti.

La formula che TUTTI IN LETTERATURA hanno assodato essere la via giusta alla longevità …è proprio quella che Vi propongo come

” allenamento funzionale” e i pareri attuali sono TUTTI CONCORDI in ambito scientifico, mi dispiace osservare che la maggior parte non sono in siti divulgativi di carattere “medico-sanitario”.

“Sono ancora poche le persone anziane che si allenano con sovraccarichi e al contrario sono ancora tante le persone anziane e non che si intimoriscono al solo sentirsi proporre un allenamento con i pesi.”

Negli ultimi anni qualcosa sta cambiando grazie alla ricerca e ai nuovi studi che danno buoni spunti per cercare di rallentare la sarcopenia,   cioè la progressiva perdita della massa muscolare (processo fisiologico complesso e multifattoriale).

Il consiglio ” salutistico ” di una attività aerobica lenta, (camminare, andare in bici o altre attività similari), è superato dalle evidenze scientifiche e non è sufficiente a rallentare la sarcopenia. E quindi, le camminate a passo veloce, il golf o lo yoga sono utili si,  ma solo per passare il tempo;  per avere effetti sulla salute servono  attività ad impatto  come il salto della corda, fitness cardio ad alto impatto, sport di combattimento… e tutto quello che coinvolge la forza, con sforzi impulsivi di breve durata!

Questo è antiaging!

Già dopo i 40 anni si ha una perdita di massa e funzione muscolo scheletrica ed è questo il  fenomeno che  viene definito SARCOPENIA (Rosenberg – 1988).

Con il passar dell’età si ha una riduzione della massima capacità di prestazione fisica e la cosa più sbagliata è proprio ridurre l’attività fisica.

Uno degli aspetti più importanti che viene meno è la POTENZA, ovvero la perdita di forza e velocità di contrazionema nonostante ciò le indicazioni e le proposte sono la maggior parte di carattere aerobico… che non servono a stimolare la cellula muscolare…talvolta invece indebolendola.

La perdita di massa muscolare legata all’ età è un fattore indipendente e predittore di mortalità: avere pochi muscoli riduce le aspettative di vita e aumenta il rischio di morte per tutte le cause.

La muscolatura risponde a un principio anglosassone importante “use- it-or-lose-it” ( “o la uso o la perdo”).Ecco un ‘immagine radiologica che ve lo mostra…il grasso è bianco, il muscolo è quello grigio scuro.

Ma ecco la buona notizia: “Guadagni di forza compresi tra il 16% e il 174%(!!!) sono stati ottenuti nel ricondizionamento in donne e uomini di età compresa tra i 60 e i 98 anni. con un incremento della sezione trasversa dei muscoli sottoposti ad allenamento è quantificato tra il 7% e il 62% (!!!) sia nelle STF (fibre lente) che nelle FTF (fibre veloci) sempre in anziani di età compresa tra i 60 ed i 98 anni.
Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/allenamento/anziani-allenamento.html

Movimento e Alimentazione sono la vera ( e unica!!!)b formula anti invecchiamento, con regole come quella di allenarsi a digiuno al mattino, (con esercizi ” cardio” ma anche e soprattutto muscolari ) che attivano processi di trascrizione dei geni che contrastano l’invecchiamento dei tessuti .

Movimento e alimentazione sono veri antiinfiammatori…non quelli in farmacia ( che possono servire si, ma solo in fasi acute)

 

 

Vi ricordo che offro una attività strutturata sia di gruppo che individuale, passaggio essenziale in una prima fase di recupero, per approcciare l’ allenamento funzionale come servizio del mio studio.

La notizia nuova, il concetto nuovo che vi voglio ricordare è che “non c’è una “certa età” oltre alla quale non è più possibile iniziare l’attività fisica o continuare, non c’è un ” periodo definito”  per fare allenamento funzionale “e poi è finita la cura” perchè il nostro “calendario biologico” va in una direzione sola…verso il basso.

Come la direzione verso cui si curva la nostra schiena se non la alleniamo, visto che la gravità c’è sempre da quando passiamo dalle quattro zampe alle due gambe, da piccolini,  e fino a quando finiamo il nostro viaggio.

Ma dobbiamo tener presente che grazie ai progressi della terapia ( io la chiamo “Medicina della sopravvivenza”) questo calendario dura molto a lungo, e c’è il rischio che passiamo lunghi anni in posizione orrizzontale, da molto prima di finire il viaggio terreno.

Vale la pena di gustare ogni istante di questo nostro bellissimo viaggio, ma con tutta la forza e la gioia di cui possiamo godere , fino all’ultimo giorno e ognuno ce la può fare.

E questo è il mio più sincero augurio: trovate la forza di iniziare a far si che la Forza sia con Voi!

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contattaci

Inviaci un'email, ti risponderemo prestissimo!

Sending

©2018 FKS Fitness Key System - Dove il benessere diventa divertente

Un progetto di ASD FKS - Strada Provinciale Avenza Sarzana 9 bis - p. IVA 01282550456

or

Log in with your credentials

Forgot your details?