pancia piatta
(tempo di lettura: 3 minuti)

Tutti vorremmo una pancia piatta, come ottenerla? Con esercizi per addominali? Alimentazione?

Specialmente nel periodo estivo fioccano consigli e proposte di attrezzi per avere una pancia piatta, purtroppo molti di questi sono solo favole senza alcuna base fisiologica o scientifica.

Il primo mito duro a cadere è quello secondo il quale gli esercizi per gli addominali sarebbero il modo migliore per ottenere una pancia piatta. E’ a causa di questa convinzione che assistiamo a persone ripetere esercizi per gli addominali all’infinito.

Osservando che è usanza comune l’allenamento addominali con un numero elevato di ripetizioni è utile comprendere le differenze tra muscolatura tonica e fasica.

La muscolatura tonica è costituita da muscoli adatti alla resistenza, composti da fibre a contrazione lenta, dette anche slow twitch. Un esempio su tutti il soleo, piccolo muscolo del polpaccio che, garantendoci una duratura propulsione nel corso del cammino, necessita una composizione fisiologica che lo porti a durare nel tempo con una prevalenza di fibre a contrazione lenta. Presentano queste caratteristiche anche i muscoli posturali. Le slow twitch non ipertrofizzano, quindi se si hanno i polpacci piccoli, è inutile fare esercizi con tonnellate di pesi per volumizzarli, poiché è impossibile per le fibre; e il risultato sarà quello di distruggere schiena e articolazioni per la troppa leva.

La muscolatura fasica è invece costituita da muscoli composti da fibre a contrazione veloce, dette anche fast twitch. Questo tipo di fibre risponde ottimamente ad un allenamento con pesi elevati e, conseguentemente, con numeri bassi di ripetizioni. Le fast twitch, le fibre di cui sono composti gli addominali, ipertrofizzano, quindi con un allenamento addominali eccessivo e sbagliato il risultato sarà che lo stesso si “gonfia”, e addio pancia piatta.

Di conseguenza un allenamento addominali con ripetizioni superiori alle 15 risulta praticamente inefficace per avere la pancia piatta.

In realtà gli esercizi per addominali da soli non consentono di bruciare abbastanza calorie per permettere una significativa riduzione del grasso addominale. Un addome grasso, anche se sostenuto da una robusta impalcatura muscolare, non potrà mai essere scolpito.

L’unico vantaggio che si può ottenere da un allenamento addominali selettivo di questi muscoli è la loro tonificazione, la quale contribuisce a formare un vero e proprio “corsetto naturale”. Un addome più tonico, a parità di grasso corporeo, permette di ottenere una figura più snella e tonica, oltre a prevenire la lombalgia, e migliorare allo stesso tempo equilibrio e postura.

L’avere una pancia piatta è tuttavia influenzato da altri fattori ben più importanti dei semplici esercizi per addominali, come la genetica, poiché gli addominali sono di per sé un muscolo molto sensibile a quanto scritto nel proprio codice genetico. Nella popolazione si possono infatti riscontrare numerose differenze, c’è chi ha addominali simmetrici e chi li ha asimmetrici, così come c’è chi ha inserzioni muscolari più o meno profonde. La genetica influenza inoltre l’equilibrio ormonale, il metabolismo e la predisposizione o meno all’accumulo di grasso nella regione addominale.

In conclusione, tra i fattori che si possono controllare per una bella pancia piatta, al primo posto troviamo l’alimentazione, seguita a ruota dall’attività fisica, dallo stile di vita e dalla postura.

Francesco Menconi

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Contattaci

Inviaci un'email, ti risponderemo prestissimo!

Sending

©2018 FKS Fitness Key System - Dove il benessere diventa divertente

Un progetto di ASD FKS - Strada Provinciale Avenza Sarzana 9 bis - p. IVA 01282550456

or

Log in with your credentials

Forgot your details?